Loading...
Direzione scientifica di M. Alessandra Sandulli e Andrea Scuderi
Norma - quotidiano d'informazione giuridica - DBI s.r.l.
Direzione scientifica di M. Alessandra Sandulli e Andrea Scuderi
28/03/2012
GIUSTIZIA / Giudizio penale

Ancora sull'iniquità del procedimento di prevenzione "a porte chiuse"

Sulla scia della procedure d'arret pilote Bocellari e Rizza c. Italia, la Corte europea dei diritti dell'uomo, con la sentenza in rassegna, è tornata ad affermare che la disciplina del procedimento di prevenzione antimafia non risponde alle esigenze postulate dalla Convenzione europea in relazione alle garanzie pubblicitarie. Un procedimento che infatti non consenta all'interessato di richiedere uno svolgimento a porte aperte non è compatibile con l'art. 6 della Cedu. Ciononostante, la "censura" mossa dai giudici di Strasburgo all'apparato normativo italiano è da ritenersi superata, atteso che, com'è noto, il problema dell'apertura delle porte nel procedimento di prevenzione patrimoniale antimafia è stato, proprio in forza del monito europeo, modificato, prima con l'intervento della Corte Costituzionale (sent. n. 93/2010) e poi con quello del legislatore (cfr. il c.d. Codice Antimafia). Il nuovo impianto normativo ha espunto dal sistema il c.d. statuto camerale unimodale, introducendo il c.d. modello "a geometria variabile" dove la richiesta dell'interessato può far sì che il pubblico assista all'udienza.

CEDU / Sentenza 26 luglio 2011

Marco Lo Giudice

Contenuto per utenti abbonati

Per consultare il quotidiano d'informazione giuridica NORMA è necessario essere abbonati.
Sei interessato alle nostre notizie? Attiva una prova gratuita di 5 giorni o abbonati subito!
Per scoprire Norma in breve clicca qui...
Sei già abbonato? Digita di seguito le credenziali di accesso
Utente   Password
Ricordami da questo pc  


AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128 Le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi. La riproduzione, la comunicazione al pubblico, la messa a disposizione del pubblico, il noleggio e il prestito, la pubblica esecuzione e la diffusione senza l'autorizzazione del titolare dei diritti è vietata. Alle violazioni si applicano le sanzioni previste dagli art. 171, 171-bis, 171-ter, 174-bis e 174-ter della legge 633/1941.

D.B.I. SRL - via Monaco I, 1/A - 90011 Bagheria (PA) - P.IVA 04177320829 - Iscr. Trib. Palermo 41892 vol.343/165