Loading...
Direzione scientifica di M. Alessandra Sandulli e Andrea Scuderi
Norma - quotidiano d'informazione giuridica - DBI s.r.l.
Direzione scientifica di M. Alessandra Sandulli e Andrea Scuderi
04/04/2012
GIUSTIZIA / Giudizio penale

Cure inadeguate in carcere? Condannata l'Italia per trattamenti inumani (sentenza Cara-Damiani)

Lo Stato che non garantisca al detenuto malato la possibilità effettiva di ottenere cure funzionali alla riabilitazione in una struttura carceraria, determinando così un peggioramento della sua salute, è responsabile di un trattamento disumano e degradante. Così, con la sentenza che si segnala, l'Italia è stata condannata dalla Corte europea dei diritti dell'uomo a versare 10.000 euro al ricorrente, oltre le spese legali, per i trattamenti inumani arrecati in forza della detenzione carceraria presso strutture non adeguate a soddisfare le esigenze di cura del detenuto affetto da una malattia genetica degenerativa. La sentenza dei giudici di Strasburgo non fa altro che ribadire quanto affermato con la pronuncia Scoppola c. Italia n. 1, ponendo in evidenza, per l'ennesima volta, tutta l'inadeguatezza delle strutture carcerarie italiane sotto il profilo sanitario.

CEDU / Sentenza 7 febbraio 2012

Marco Lo Giudice

Contenuto per utenti abbonati

Per consultare il quotidiano d'informazione giuridica NORMA è necessario essere abbonati.
Sei interessato alle nostre notizie? Attiva una prova gratuita di 5 giorni o abbonati subito!
Per scoprire Norma in breve clicca qui...
Sei già abbonato? Digita di seguito le credenziali di accesso
Utente   Password
Ricordami da questo pc  


AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128 Le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi. La riproduzione, la comunicazione al pubblico, la messa a disposizione del pubblico, il noleggio e il prestito, la pubblica esecuzione e la diffusione senza l'autorizzazione del titolare dei diritti è vietata. Alle violazioni si applicano le sanzioni previste dagli art. 171, 171-bis, 171-ter, 174-bis e 174-ter della legge 633/1941.

D.B.I. SRL - via Monaco I, 1/A - 90011 Bagheria (PA) - P.IVA 04177320829 - Iscr. Trib. Palermo 41892 vol.343/165