Loading...
Le notizie di Friday 10 January 2020 Direzione scientifica di M. Alessandra Sandulli - Andrea Scuderi - Pino Zingale
Direzione editoriale di Massimiliano Mangano - Chiara Campanelli 
Norma - quotidiano d'informazione giuridica - DBI s.r.l.
Direzione scientifica di M. Alessandra Sandulli e Andrea Scuderi
23/12/2019
CULTURA / Concorso

"Contenzioso davanti la Corte di Cassazione" del mese di novembre 2019

Il contenzioso dell'anno: agli Avvocati Antonio Rizzo e Alessandro Belfiore il riconoscimento "Il contenzioso del mese di novembre", per il contenzioso davanti la Corte di Cassazione.

Gli Avvocati Antonio Rizzo e Alessandro Belfiore si aggiudicano la tappa del mese di novembre del Premio "Il contenzioso dell'anno" per il contenzioso davanti la Suprema Corte, grazie al successo ottenuto con la sentenza del 21 novembre, n. 30442, pronunciata dalla I Sezione Civile in accoglimento del ricorso proposto per la cassazione della sentenza della Corte di Appello di Napoli n. 686/2014. La questione trattata è certamente singolare e prende le mosse dall'esigenza di consentire, nei casi estremi di insolvenza del concessionario - al quale lo Stato italiano abbia delegato poteri espropriativi ai fini della realizzazione di un'opera pubblica - il conseguimento dell'indennizzo da parte del soggetto che, come nella specie, sia stato il destinatario della vicenda ablativa a favore della P.A.; in questi casi si impone di far discendere dall'art. 42, terzo comma, Cost., l'esistenza di un obbligo della P.A. beneficiaria dell'espropriazione di provvedere al pagamento del ristoro dovuto. Ciò, s'intende, non per effetto del superamento delle regole che colgono nel concessionario il titolare dell'obbligo indennitario, ma attraverso l'individuazione di un autonomo obbligo di garanzia - piuttosto che per arricchimento senza causa - subordinato all'insolvenza del debitore principale, che riposa sulla necessità, costituzionalmente imposta, di assicurare l'effettivo realizzarsi del bilanciamento di interessi tra il titolare del bene ablato e la P.A. che persegue, attraverso l'espropriazione, finalità di interesse generale.
D'altra parte, è evidente che la garanzia del serio ristoro non può essere limitata alla mera astratta previsione del diritto di conseguire l'indennizzo, ma deve dispiegarsi su un piano di effettività delle situazioni giuridiche soggettive e dei rimedi giurisdizionali. In tale prospettiva e richiamando la giurisprudenza della CEDU, discende che lo Stato italiano è tenuto ad esercitare la vigilanza ed il controllo per tutta la durata della procedura di espropriazione, fino al pagamento del relativo indennizzo, cosicché è responsabile per non aver adottato le misure necessarie a garantire che le somme accordate a titolo di indennità per l'espropriazione fossero effettivamente versate al titolare del bene ablato.
Il contenzioso è di grande rilievo perché segna l'immediata operatività nel diritto interno di una particolare forma di responsabilità dello Stato Italiano, la cui affermazione in precedenza richiedeva l'attivazione del ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo per violazione del diritto al rispetto dei propri beni patrimoniali, di cui all'art. 1 del Protocollo addizionale alla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali.
Massimiliano Mangano
Chiara Campanelli
AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128 Le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi. La riproduzione, la comunicazione al pubblico, la messa a disposizione del pubblico, il noleggio e il prestito, la pubblica esecuzione e la diffusione senza l'autorizzazione del titolare dei diritti è vietata. Alle violazioni si applicano le sanzioni previste dagli art. 171, 171-bis, 171-ter, 174-bis e 174-ter della legge 633/1941.

D.B.I. SRL - via Monaco I, 1/A - 90011 Bagheria (PA) - P.IVA 04177320829 - Iscr. Trib. Palermo 41892 vol.343/165