Loading...
Le notizie di Thursday 16 September 2010 Direzione scientifica di M. Alessandra Sandulli - Andrea Scuderi - Pino Zingale
Direzione editoriale di Massimiliano Mangano - Chiara Campanelli 
Norma - quotidiano d'informazione giuridica - DBI s.r.l.
Direzione scientifica di M. Alessandra Sandulli e Andrea Scuderi
13/09/2010

Brevi considerazioni sull'art. 59 della legge 18 giugno 2009 n. 69

Attraverso l'introduzione dell'istituto della translatio iudicii, per mezzo dell'art. 59 della legge 18 giugno 2009 n. 69, il legislatore ha provveduto a colmare il vuoto normativo creatosi a seguito della sentenza della Corte costituzionale 12 marzo 2007 n. 77. È stato così definitivamente sancito il superamento del principio di incomunicabilità fra giurisdizioni diverse, ritenuto ostativo rispetto alla realizzazione del canone della ragionevole durata del processo. In particolare, viene sancita l'efficacia vincolante, rispetto alle parti, della decisione con la quale il giudice inizialmente adito, nel declinare la propria giurisdizione, indica il giudice ritenuto giurisdizionalmente competente, purché il processo venga riassunto nel termine di tre mesi dal passaggio in giudicato della decisione sulla giurisdizione; in tal caso vengono fatti salvi gli effetti processuali e sostanziali della domanda come se quest'ultima fosse stata proposta sin dall'instaurazione del primo giudizio innanzi al giudice munito di giurisdizione, "ferme restando le preclusioni e le decadenze intervenute". Va notato che ove si interpretasse letteralmente quest'ultimo inciso, si svuoterebbe di significato la stessa introduzione della translatio iudicii tra giurisdizioni diverse. È da ritenersi dunque che tale espressione vada riferita alle preclusioni e alle decadenze già maturate precedentemente alla prima proposizione della domanda giudiziale davanti al giudice privo di giurisdizione. Invero, benché la normativa de qua abbia accolto le statuizioni della Corte costituzionale, tuttavia la sua formulazione letterale deve ritenersi perfettibile ed il suo contenuto contrastante con alcune disposizioni dell'ordinamento vigente dettate secondo la logica dell'incomunicabilità tra giurisdizioni diverse.

Desirée Sampognaro

Contenuto per utenti abbonati

Per consultare il quotidiano d'informazione giuridica NORMA è necessario essere abbonati.
Sei interessato alle nostre notizie? Attiva una prova gratuita di 5 giorni o abbonati subito!
Per scoprire Norma in breve clicca qui...
Sei già abbonato? Digita di seguito le credenziali di accesso
Utente   Password
Ricordami da questo pc  


AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128 Le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi. La riproduzione, la comunicazione al pubblico, la messa a disposizione del pubblico, il noleggio e il prestito, la pubblica esecuzione e la diffusione senza l'autorizzazione del titolare dei diritti è vietata. Alle violazioni si applicano le sanzioni previste dagli art. 171, 171-bis, 171-ter, 174-bis e 174-ter della legge 633/1941.

D.B.I. SRL - via Monaco I, 1/A - 90011 Bagheria (PA) - P.IVA 04177320829 - Iscr. Trib. Palermo 41892 vol.343/165